Posts Taggati ‘Sergio Muniz’

Sold out per l’anteprima Valdostana a La Thuile

Scritto da Gorchlach on . Postato in Senza categoria

Sono stati oltre 140 gli spettatori presenti all’anteprima Valdostana di La Thuile per l’episodio pilota di Gorchlach. Un vero e proprio Sold Out per un evento speciale all’insegna del Fantasy made in Valle d’Aosta: “Ci riteniamo pienamente soddisfatti di questa bellissima esperienza organizzata grazie al contributo del Comune di La Thuile” – sostiene il regista Fabio Cento –  “E’ stata una grande soddisfazione poter mostrare ad un pubblico così nutrito la nostra opera per la prima volta anche in Valle”.
gorchlach 2
Il pubblico oltre ad essere accorso numeroso, superando le aspettative, è rimasto particolarmente incuriosito dalla trama e stupito della qualità della produzione del progetto, felice di conoscere realtà di fiction locali con volti noti di cinema e televisione del calibro di Roberto Accornero, ospite d’onore della serata, Sergio Muniz e Luca Biagini. Un evento presentato dalla talentuosa attrice Francesca Melis e organizzato con l’entusiasmo e la freschezza dall’Amministrazione Comunale di La Thuile, in particolar modo dal vice Sindaco Barbara Frigo, dal Presidente della commissione di gestione della Biblioteca Ivan Jacquemod e dal Sindaco Mathieu Ferraris a sostegno dell’iniziativa e per promuovere il territorio tra cinema, storia e leggenda

ALCUNI SCATTI DELL’ANTEPRIMA A LA THUILE

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Credits photo: Federica Boscardin

 

La recensione di Ciak!

Scritto da Gorchlach on . Postato in Senza categoria

Stefano Lusardi di Ciak recensisce il “pilota” di Gorchlach

“GORCHLACH: THE LEGEND OF CORDELIA” QUANDO IL FANTASY E’ ITALIANO

Se amate le grandi avventure e Indiana Jones e’ il vostro eroe preferito, ecco la web serie che fa per voi: tra antiche divinita’ e preziosi amuleti lasciatevi trasportare nel mondo fantasy creato dal regista Fabio Cento

Non è necessario essere a Hollywood o inventarsi una nuova Terra di Mezzo per creare una grande avventura. Si può anche vivere in Val d’Aosta ed essere capaci di inventare, con una buona dose di visionaria fantasia e di coraggio produttivo, una storia che mescola storia e mito, archeologia e fantasy, partendo dal patrimonio leggendario locale. È proprio ciò che ha fatto Fabio Cento, regista aostano trentenne, che ha creato, diretto e prodotto la serie Gorchlach: The Legend of Cordelia, partendo dall’antica popolazione dei celtici Salassi, che nel VI secolo avrebbe abitato la Valle d’Aosta e dalla leggenda di un favoloso tesoro sepolto nelle fondamenta del castello di Graines, e poi costruendo la sua storia fantastica con la consulenza di storici e archeologi. Cento è per altro un filmmaker sui generis, che batte territori atipici rispetto al nostro cinema, come confermano i suoi primi cortometraggi – Antiqua Simulacra del 2005 è una storia in costume, mentre Mud Lounges del 2011 è ambientato nella Seconda Guerra Mondiale – e il nome stesso storico-mitico della sua casa indipendente Aegyptiacus Entertainment, che produce la serie con Liquid Gate Studio, il sostegno del Comune di La Thuile e della Fim Commission Valle d’Aosta. Il pilot che pone le basi della serie, presentato con successo al Cartoomics, inizia nel tempo del mito «quando gli dei camminavano fra gli uomini» con il semi-dio Ercole che uccide l’Hydra dalle nove teste, dal cui cuore divenuto pietra nasce appunto il Gorchlach, potente e misterioso amuleto.
ciak_gorchlach
La sceneggiatura, firmata da Roberto Tomeo, Andrea Borini e Vincenzo Costanza, alterna abilmente passato e presente, da un lato seguendo i percorsi dell’amuleto, che scompare e ricompare come il Sacro Graal, coinvolgendo il popolo dei Salassi, poi il re francese Filippo il Bello e i Templari, tutti decisi a proteggerlo o ad impadronirsene. In parallelo viene raccontato l’inatteso ritrovamento ai giorni nostri del giovane archeologo Guglielmo Corsaris (Federico Mariotti), che negli inviolati sotterranei del castello di Graines scopre un cadavere mummificato e un diario. Novello Indiana Jones (d’altra parte la suoneria del suo cellulare non lascia dubbi in merito), Corsaris non resiste al richiamo dell’avventura e si infila in tasca l’antico diario, telefonando a Londra all’ex-compagna d’università Rachel Blackwood (Alice Lussiana Parente) per invitarla a raggiungerlo in Italia.
Dopo quaranta minuti il pilot ci lascia con molte stimolanti promesse: una caccia al tesoro a due, con sottintesi sentimentali, altre storie sul passato del Gorchlach e l’inevitabile entrata in scena del cattivo, che per ora è solo una presenza invisibile che guarda in tv il servizio sul ritrovamento. Progettata come una serie in 12 puntate per la tv o il web, credibile nelle scene storico-mitologiche (cosa non scontata per un “kolossal” low budget), elegante nella scelta dei costumi e affascinante per l’utilizzo delle location, la serie si presenta dotata di buon ritmo narrativo e di una forma solida e professionale e vanta la presenza di diversi volti noti, da Sergio Muniz a Roberto Accornero, mentre il narratore è Luca Biagini, uno dei più famosi doppiatori italiani.

Stefano Lusardi (Ciak Magazine)

Tutti i diritti sono riservati 

Gorchlach: l’Anteprima Mondiale

Scritto da Gorchlach on . Postato in Senza categoria

La proiezione della puntata pilota avrà luogo sabato 12 alle ore 16 presso il Cartoomics Theatre, allestito nel Padiglione 20, alla presenza del regista Fabio Cento e degli attori Federico Mariotti, Roberto Accornero, Guido Laurjni, Marcello Gobbi e Tommaso De Tuddo.

Il progetto della serie tv Gorchlach: the Legend of Cordelia, annunciato circa un anno fa, ora è divenuto realtà e manca poco alla sua presentazione pubblica. Si tratta della prima fiction italiana d’avventura storico/fantasy pensata per la televisione, che ha in sé tutte le caratteristiche del prodotto creativo e coraggioso, che non teme di affrontare strade poco battute e il giudizio di un pubblico esigente. Cartoomics 2016 ospiterà la proiezione della puntata pilota interamente ambientata tra Italia e Francia, già attesa dai fan del genere che aspettano un nuovo mondo al quale appassionarsi.
cartoomics-2016
Il soggetto del pilot della nuova serie tv porta la firma del suo ideatore, Fabio Cento, che ne è anche regista, e dello scrittore Charles E. Pellissier, anche produttore esecutivo. La sceneggiatura è stata scritta a sei mani da Roberto Tomeo, Andrea Borini e Vincenzo Costanza. La produzione è a cura di Aegyptiacus Entertainment con il sostegno di Liquid Gate Studio, Comune di La Thuile, Consulta Attività Culturali di Aosta e Film Commission Valle d’Aosta. L’avventura si svolge tra presente e passato e ruota attorno a un oggetto dal nome arcano e dal destino incerto: il Gorchlach. Un antico manufatto esoterico di origine celtica, testimone dello scorrere delle ere tra le montagne e fulcro dell’articolata storia. Ad animare l’innovativo e ambizioso progetto, un cast molto promettente: Alice Lussiana Parente (Richard the Lionheart), protagonista nei panni di Rachel Blackwood, studentessa inglese di archeologia; Federico Mariotti (Anger of the Dead), nel ruolo dell’archeologo Guglielmo Corsaris; l’attore e cantante spagnolo Sergio Muniz (L’isola dei famosi 2004, Caterina e le sue figlie 2, Terapia d’urgenza) nei panni dell’impavido cavaliere templare Rafael de la Cruz; Roberto Accornero, attore, comico e doppiatore (noto al grande pubblico per Il maresciallo Rocca e Camera Cafè), in quelli del vescovo Monsignor Emerico, tra i possessori e custodi medievali dell’antica reliquia Gorchlach; Daniele Monachella (Solo per amore), nel ruolo del templare Gilbert al fianco di Sergio Muniz; l’attore e presentatore Guido Laurjni, nei panni di Padre Osmond. Sarà inoltre la voce narrante di Luca Biagini, presente anche nel ruolo di Riccardo Corsaris, nonno del protagonista, ad accompagnare il viaggio attraverso più di duemila anni di storia, alla scoperta di segreti celati da secoli e che si credevano solo leggende.
Tra verità storica, ricerche scientifiche e leggenda, il mistero, la suspense, le scenografie maestose e i paesaggi naturali mozzafiato sono gli aspetti caratterizzanti che porteranno gli spettatori a ritroso nel tempo, in diverse epoche storiche, fino a raggiungere un Mito di antichissime origini, risalente a 1158 anni prima di Cristo: quello di Cordelo e della sua colonia, accompagnata dal semidio Ercole, che durante un’insidiosa spedizione scelse proprio l’arco cisalpino per fondare quella che sarà ricordata come la città leggendaria di Cordelia. Ed è questo luogo a Nord Ovest della penisola italica a costituire uno dei principali elementi narrativi di Gorchlach: the Legend of Cordelia.

We love Animals: Lille Bjorn

Scritto da Gorchlach on . Postato in Senza categoria

Con la rubrica “We love Animals” vi faremo conoscere i protagonisti del mondo animale di Gorchlach, che hanno dato il loro fantastico contributo alla nostra fiction. Veri e propri attori che con grande maestria ci hanno saputo stupire sul set, anche grazie al supporto dei loro incredibili addestratori, che si racconteranno con qualche curiosità sul loro interessante lavoro. Partiremo oggi, introducendovi quella che sta diventando ormai una vera e propria diva degna del miglior film Hollywoodiano… Lei è Lille Björn! Ce ne parlano i suoi addestratori Davide Chiolero e Valentina Conte.


 
SERGIO MUNIZ LILLE BJORN 4

L’addestratore Davide Chiolero con Lille Bjorn, durante le prove sul set di “Gorchlach”


Ciao ragazzi, allora raccontate un po’, Chi e’ Lille Bjorn?

Lille è un lupo cecoslovacco nato il 28 dicembre 2012 in provincia di Cuneo, all’età di due mesi venne scelta per la sua vivacità e intelligenza da Valentina Conte, da cui fu subito battezzata con il nome di Lille Björn, ovvero “piccolo orso” in lingua danese. Da quel momento in poi divenne una vera e propria mascotte della nostra Associazione, “Il Contemezzocuore”. Fin da subito infatti fu introdotta in un mondo particolare, quello del combattimento medievale e della rievocazione storica, presenziando ad allenamenti ed eventi in modo tale da abituarsi a suoni, rumori e persone.

Come nasce il suo percorso di formazione?

Fin dall’età di tre mesi ha inizio il suo percorso “scolastico” diventando allieva di Ornella del centro cinofilo Il Nakuru, famosa per aver vinto più volte i mondiali di Mondioring. Con l’aiuto dell’addestratrice inizia per Lille un percorso di crescita mirato a renderla un cane collaborativo e adatto al lavoro. Da li a poco sarebbero iniziate le sue prime esperienze sui set cinematografici.

Quando inizia la sua carriera nel cinema?

Il suo primissimo ruolo cinematografico fu sul set di “Richard the Lionheart: Rebellion”, prodotto dalla Wonderphil Entertainment e distribuito Lionsgate, diretto da Stefano Milla, nel luglio 2013, per poi proseguire il suo addestramento sul set de “La Quercia e la Spada”, un cortometraggio di Alessio Rupalti, nell’agosto del medesimo anno.
Nella primavera successiva invece, Lille fu impegnata in un nuovo progetto che conoscete bene, questa volta si parla di una serie storico/fantasy “Gorchlach: the Legend of Cordelia”, diretta da Fabio Cento. Proprio sul vostro set lavorò a stretto contatto con l’attore Sergio Muniz, dove fu impegnata in scene di aggressione e ubbidienza.

lille_bjorn2

Sappiamo che Lille, oltre che mascotte, e’ anche un vero e proprio membro de “Il Contemezzocuore”…

Da giugno 2014 Lille Björn divenne parte integrante della coreografia del combattimento presentato al “Torneo Internazionale di Duello Storico” di Pavone Canavese, de “Il Contemezzocuore”. Per la prima volta nella storia del “Furor et Ferrum” fu introdotto un canelupo impegnato sulla scena all’interno di una coreografia. Da quel giorno, Lille divenne protagonista delle future coreografie, lavorando anche durante eventi tematici, cene medievali e spettacoli teatrali.
Sempre per “Gorchlach” fece grande scalpore in sala al Noir Film Festival di Courmayeur, a dicembre 2014, invitata da Fabio Cento, in occasione della proiezione del suo ultimo lavoro.

Grazie a Davide e Valentina, ricordiamo con gioia le belle esperienze trascorse con Lille e la vostra associazione! Ci auguriamo di aggiungerne altre alla lista!

Per chiunque volesse conoscere meglio Lille Björn QUI potete trovare la sua pagina Facebook ufficiale.
Lo Staff

SERGIO MUNIZ LILLE BJORN

L’attore Sergio Muniz impegnato sul set con Lille Bjorn

Cartoomics 2015: Gorchlach fra le anteprime esclusive

Scritto da Gorchlach on . Postato in Blog, Blog, Blog, Blog, Blog

cartoomics-Gorchlach

Sarà il Cartoomics 2015, sabato 14 marzo, alle ore 14.00, a ospitare l’anteprima esclusiva della fiction “Gorchlach: the legend of Cordelia” diretta e ideata da Fabio Cento. La fiera ha aperto le porte non solo a videogiochi e fumetti, ma ha introdotto da quest’edizione una sezione interamente dedicata al cinema indipendente e non, nel “Cartoomics Theatre” vedremo una speciale anteprima di “Gorchlach” alla presenza del regista, degli attori e ospiti d’onore, Sergio Muniz e Daniele Monachella.

“Siamo davvero onorati di essere ospiti in una fiera di quest’importanza, non poteva capitare occasione migliore per far conoscere il nostro progetto in luogo dove il fantasy regna sovrano!”Spiega il regista Fabio Cento

Qui la notizia dal sito Ufficiale Cartoomics.
La prima serie italiana d’avventura storico/fantasy che vive tra realtà, mito e leggenda, ambientata tra Francia, Valle d’Aosta e Piemonte ripercorre duemila anni di storia coinvolgendo un gran numero di gruppi di rievocazione storica. Nel cast spiccano i volti di attori di cinema e televisione; Sergio Muniz (I Borgia), Roberto Accornero (Non ho sonno), Daniele Monachella (Solo per amore) e l’inconfondibile voce di Luca Biagini (Lo Hobbit), che prenderanno parte all’articolata trama assieme ai due talentuosi attori del panorama indipendente; Federico Mariotti (Io sono Morta) e Alice Lussiana Parente (Richard: the Lionheart).        

Facebook